Abbronzatura

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail

donna in spiaggiaNessuno si domanda se il sole faccia bene o male, durante l’estate la nostra unica preoccupazione è quella di avere un colorito dorato o comunque abbronzato.

Il sole viene sempre più indicato come il responsabile dell’invecchiamento cutaneo.

Eritemi, verruche, scottature non sono che l’aspetto più evidente di un danno che ha i suoi effetti a medio e lungo termine.

Prerogativa delle radiazioni solari è innanzitutto quella di indurre nelle cellule la produzione di radicali liberi in modo abnorme, e un’esposizione prolungata può indebolire in modo a volte irreparabile le difese naturali della pelle che si macchia, si ispessisce e si copre di ” segni d’espressione” difficili da cancellare.

Ma non tutto il sole viene per nuocere. I raggi ultravioletti più energici, cioè gli  UVB, consentono tutta la fotosintesi della vitamina D, quella che, legandosi al calcio assunto con gli alimenti, lo trasporta nelle ossa.

Un’altra funzione svolta dagli ultravioletti è quella microbicida, ed ecco perchè certe malattie della pelle traggono giovamento dall’esposizione al sole. Tra queste la psoriasi, le dermatiti da contatto.

Vediamo adesso alcuni consigli per l’abbronzatura:

Come abbronzarci

Per ottenere velocemente un’abbronzatura uniforme occorre tener presente alcune regole fondamentali:

  • E’ bene esporsi al sole nelle prime ore del mattino (dalle 8 alle 10) e del tardo pomeriggio (dalle 16 alle 18), perché i raggi obliqui scuriscono la pelle molto meglio e più rapidamente di quelli perpendicolari; è necessario abituarsi al sole a poco a poco.
  • Occorre evitare di frizionare la pelle con profumi prima di esporsi al sole, in quanto se si trascura questa norma le macchie che compaiono sull’epidermide sono difficilissime da eliminare e molto antiestetiche.
  • E’ preferibile inoltre prendere il sole in movimento, poichè restando fermi è più facile scottarsi e l’abbronzatura risulta meno uniforme in quanto certe zone del corpo, come la parte interne di braccia, delle gambe, non vengono raggiunte dai raggi.

Soprattutto durante i primi giorni di esposizione è comunque indispensabile la protezione con prodotti filtranti, che hanno la funzione di assorbire i raggi ultravioletti nocivi alla pelle e di lasciar passare quelli che stimolano la melanina(sostanza responsabile dell’abbronzatura). In commercio esistono infinite varietà di prodotti solari : emulsioni fluide o cremose, gel, oli, lozioni etc etc.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail