Maschera viso

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail

Donna con maschera visoChiunque si sia sottoposta ad un trattamento di pulizia profonda, dall’estetista si sarà accorta che questo termina quasi sempre con l’applicazione di una maschera.

Come una ciliegina sulla torta, la maschera è infatti il tocco che “fa la differenza” regalando un volto nuovo, luminoso e disteso.

Ma qual’è il segreto? Si riesce ad ottenere lo stesso risultato in casa?

La risposta è sicuramente affermativa, se si segue l’iter giusto e si applica la maschera più adatta all’esigenza del momento.

Le maschere che offrono risultati immediati e che di solito sono le più richieste, sono quelle con effetto lifting.

Hanno cioè la proprietà, di distendere i lineamenti restituendo levigatezza, al viso provato dallo stress.

Come applicare le maschere

Le maschere vanno stese sulla pelle pulita, lasciate agire per almeno dieci minuti evitando il contorno-occhi e le labbra.

Per aumentare l’efficacia è consigliabile, prima di applicare la maschera, stendere sulla pelle una crema nutriente e praticare sul viso un delicato massaggio distensivo fatto di leggeri sfioramenti con i polpastrelli, dal basso verso l’alto.

Un altro accorgimento utile è quello di sdraiarsi supine, in una stanza semibuia e silenziosa in attesa che la maschera asciughi.

Si approfitta così di questa pausa relax, per far riposare anche gli occhi, mettendo sulle palpebre compresse imbevute di acqua di fiordaliso o di camomilla o di una lozione calmante specifica.

Si elimina poi la maschera con acqua tiepida, si passa un pò di tonico non alcolico e se la pelle fosse troppo “asciutta”, si mette un velo di crema.

Con procedimento analogo si possono applicare maschere a effetto peeling, schiarenti, idratanti, antilucido e nutrienti.

Ricordiamo che lo scopo della maschera  è offrire un’ azione istantanea e intensiva, ma non risolutiva a lungo termine.

Per migliorare effettivamente le condizioni della pelle non c’è che ricorrere a trattamenti costanti e specifici, integrati da una dieta ad hoc.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail