Come preparare il karkadè

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail

karkadeIl karkadè è il calice del fiore dell’ibisco, dal quale possiamo ricavare un infuso dalle mille proprietà.

E’ infatti considerato un antisettico delle vie urinarie, protegge i vasi sanguigni e regola gli organi della digestione, contribuendo all’eliminazione delle sostanze indesiderate da parte dell’organismo.

Ma i benefici del karkadè non finiscono qui, infatti secondo uno studio dell’università di Medford è emerso che bere almeno tre tazze al giorno di karkadè riduce i valori della pressione sanguigna e quindi viene considerato anche un valido alleato nella prevenzione dell’ipertensione.

Ma come si prepara il Karkadè?

La preparazione del karkadè è molto semplice in quanto ricorda quella di una normale tisana.

In una tazza aggiungete dell’acqua bollente e una bustina di infuso di karkadè oppure due cucchiaini di karkadè essiccato.

Lasciate in infusione per 5-10 minuti a questo punto filtrate il tutto in caso di karkadè essiccato o togliete la bustina dell’infuso.

E’ ottimo sia come bevanda calda che come bevanda fredda, tuttavia siccome ha un sapore un pò amarostico può essere dolcificato con qualche goccia di miele.

Ricordiamo che possiamo acquistare il karkadè in tutte le erboristerie sia in forma essiccata che sotto forma di infuso.

Anche se l’utilizzo di karkadè delinea un abbassamento della pressione sanguigna è totalmente sconsigliato assumerlo durante il periodo della gravidanza e dell’allattamento.

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail