Rimedi per vasi capillari

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail

vasi capillariOggi vedremo quali sono i rimedi più efficaci per contrastare la rottura dei vasi capillari. 

Ma da cosa sono costituiti e perchè avviene la loro rottura?

I vasi capillari sono costituiti da una membrana sottilissima e permeabile, priva di fibre muscolari lisce, perciò la corrente sanguigna, nel loro interno è continua.

La rottura dei capillari avviene per mancanza di magnesio nel sangue. Per ovviare a questo inconveniente occorre fare largo uso di succo di limone che è un antiruggine delle arterie.

Se poi al succo del limone si associa anche il miele, si avrà una bibita tonica, nutritiva e molto gustosa.

A seconda delle necessità si curano le vene con rimedi ad azione vaso costrittiva o vaso dilatatrice.

Tra i rimedi vasocostrittivi:

  • Con il nocciolo: In 400 grammi di acqua bollente infondere per quindici minuti 10 grammi di foglie di nocciolo. Berne due o tre tazze al giorno.
  • Con il pioppo: In 250 grammi di acqua bollente infondere per dieci minuti grammi 5 di scorza di pioppo. Si prende a digiuno al mattino a piccolo sorsi.

Tra i rimedi vasodilatatori:

  • Con l’aglio: In 100 grammi di alcool a 70° si mettono a macerare per una quindicina di giorni 25 grammi di bulbi di aglio. Il preparato così ottenuto va assunto in gocce. una ventina di gocce per una settimana.
  • Con il basilico: In 400 grammi di acqua bollente si fanno infondere per quindici minuti grammi 12 di foglie di basilico. Occorre berne da due a tre tazzine al giorno.

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail