Come riconoscere il pesce fresco

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail

pesciPer avere un’alimentazione completa ed equilibrata, sulla nostra tavola non può mancare il pesce.

 Tra le sue proprietà ricordiamo che è un alimento proteico, ed è ricco di vitamine B che si trovano nella polpa del pesce, di vitamina A che si trova nel fegato e vitamina D che è presente in buona misura nei pesci grassi.

Tuttavia la freschezza del pesce è un elemento indispensabile per il suo consumo ottimale.

 Ma come riconosciamo se il pesce che stiamo acquistando è fresco?

Oltre ad affidarci al nostro negoziante di fiducia possiamo noi stessi effettuare un controllo personale sulla freschezza del pesce, vediamo di seguito come fare.

 Per tal controllo dobbiamo ricordare che:

  • Il pesce è fresco se ha la pelle lucente e iridescente.
  • L’occhio è limpido, convesso e lucido, non infossato.
  • Se il sangue del pesce è raggrumato, significa che il pesce è stato decongelato.
  • Il colore delle branche deve essere vivido e va dal rosa al bordeaux.
  • La carne del pesce fresco è soda ed elastica (premendo con un dito sul dorso del pesce non deve rimanere nessun’impronta).
  • L’odore del pesce fresco ricorda l’acqua salmastra ed è gradevole.

Per i crostacei:

  • Non devono essere presenti segni verdastri ai lati del guscio.
  • Non devono avere odore di ammoniaca.
Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail