Yoga fai da te, gli esercizi

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail

Con la vita odierna siamo sempre di corsa e lo stress attanaglia più o meno tutti, per contrastare queste ansie e pressioni mentali, possibilmente traendone benefici non solo mentale ma anche fisici, dovremmo praticare delle tecniche di rilassamento, una delle più indicate è lo yoga. Oggi vedremo quindi come praticare lo yoga fai da te comodamente in casa vostra e gli esercizi per eseguire questa antica disciplina.

yogaLo yoga è un ottimo metodo per vincere la stanchezza, eliminare i chili in eccesso e contrastare l’invecchiamento. Le varie posture che possiamo assumere mentre lo eseguiamo permettono di rilassare la mente e il corpo utilizzando tecniche di stiramento, volte a tonificare i muscoli, a migliorare la circolazione e a ricaricarci di energia vitale.

In molte palestre si eseguono lezioni di yoga, tuttavia esso non deve essere inteso come una semplice lezione di attività fisica, in quanto è molto di più.

Significa imparare ad ascoltare il proprio corpo, rilassare la mente, svuotarla totalmente dai pensieri, cosa che sembra impossibile ma vi assicuriamo che non lo è, significa diventare un tutt’uno con l’universo, espandere la vostra essenza  e qui ci fermiamo se no ci addentriamo troppo nel campo delle filosofie orientali ed essendo un argomento vastissimo non possiamo descriverlo in poche parole.

Ma ritornando al nostro Yoga fai da te vi assicuriamo che potete praticarlo tranquillamente a casa vostra e ne trarrete degli enormi benefici, ricordiamo che per lo svolgimento degli esercizi vi servirà:

  • Uno luogo libero e silenzioso.
  • Un tappetino da yoga o una coperta.
  • Un abbigliamento comodo.

Ogni seduta di Yoga deve avere una durata di almeno mezz’ora e se volete trarne benefici dagli esercizi dovete essere costanti.

Posizioni ed esercizi

Molte sono le posizioni che possiamo assumere, oggi vi elencheremo solo le più diffuse ma al tempo stesso le più semplici, ricordate che ogni posizione va mantenuta fino a quando proverete una sensazione benefica.

SavasanaAllora cominciamo la prima posizione che vogliamo illustrarvi è la Savasana cioè quella del cadavere:

  • In un luogo tranquillo stendetevi sul vostro tappetino, occhi chiusi, palmi delle mani rivolti verso l’alto e abbandonatevi completamente alle vostre sensazioni. Immaginate che il vostro corpo  diventi pesante, partendo dal piede destro, immaginatevelo pesante e poi rilassato salite sulla caviglia e fate la stessa cosa, continuate con la gamba, il ginocchio e  lacoscia; concentrate adesso la vostra attenzione sull’ altra gamba partendo sempre dal piede una volta risaliti concentratevi  sul bacino, colonna vertebrale, gabbia toracica, spalle e collo e poi lungo le braccia.

Mantenete l’attenzione sulle sensazioni provenienti dal vostro corpo, gradualmente la percezione del mondo esterno si affievolirà fino a scomparire.


tadasanaLa seconda posizione è la Tadasana ossia la posizione eretta:

  • Mettetevi in piedi scalzi,gambe unite e le braccia distese sui fianchi. Rimanete immobili e respirate lentamente. Concentrate la vostra attenzione sulle piante dei piedi al suolo. Cercate la stabilità. Ruotate i palmi delle mani verso l’esterno, rilassate solo gli avambracci e le mani. Mantenete la posizione per più respirazioni. Immaginate che il corpo si allunghi continuamente verso l’alto.

Ricordate che

  • Gli esercizi dovrebbero essere svolti tutti i giorni.
  • Evitate movimenti non necessari perchè potrebbero disturbare la tranquillità della vostra mente.
  • Dedicate del tempo supplementare verso le posizioni le quali sentite più simpatia.

Naturalmente noi vi abbiamo mostrato solo gli esercizi basilari e più semplici, una volta che avrete acquisito dimestichezza con questi, in media ci vogliono circa tre mesi, potete passare alle posizioni successive, il web o le librerie sono pieni di materiali inerenti allo yoga.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedintumblrmail